Come influisce il morbo di Crohn sull’intestino?

Posted on

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria cronica che colpisce prevalentemente le mucose del tratto terminale dell’intestino (colon e/o retto).

Le cause esatte della colite ulcerosa non sono note, ma si ritiene siano coinvolti fattori genetici, immunologici e ambientali. Se la colite ulcerosa non migliora con la terapia farmacologica o si sono sviluppano delle complicazioni può essere necessario l’intervento chirurgico (colectomia). Le IBD comprendono il morbo di Crohn, la rettocolite ulcerosa e la colite indeterminata. Tra i fattori ambientali il più importante è il fumo che, curiosamente, predispone al morbo di Crohn ma sembra essere protettivo nei confronti della rettocolite ulcerosa. Sia il morbo di Crohn che la colite ulcerosa sono malattie ad andamento cronico o ricorrente, che si presentano con periodi di latenza alternati a fasi di riacutizzazione. La terapia per la morbo di Crohn tende a spegnere l’infiammazione intestinale, attraverso l’azione sui meccanismi cellulari e molecolari dell’intestino e del sistema immunitario. La colite indeterminata è caratterizzata da una infiammazione confinata al colon, ma con caratteristiche istologiche che non permettono inizialmente una diagnosi differenziale tra colite ulcerosa e morbo di Crohn. 3 La colite ulcerosa può essere responsabile della formazione di calcoli biliari, dovuti a uno scarso assorbimento degli acidi biliari nel corpo. Degli studi recenti hanno riscontrato che il 45% dei pazienti con la colite ulcerosa ha una frattura della colonna vertebrale, delle anche, o delle costole.

La colite ulcerosa o rettocolite ulcerosa

  • Nel 20% dei casi i problemi sono di tipo articolare: colpiscono prevalentemente le grandi articolazioni, sono asimmetriche poiché non interessano lo stesso punto e sono monoarticolari.

La rettocolite ulcerosa è una malattia caratterizzata da un’infiammazione dell’intestino che colpisce sempre il retto e che può estendersi anche al resto del colon.

Alla conclusione dei test, il farmaco si è dimostrato più efficace del placebo per il trattamento della colite ulcerosa. Secondo alcuni scienziati il collegamento tra sistema nervoso e immunitario, sperimentato attraverso una procedura particolare, potrebbe rivoluzionare il trattamento di malattie come Artrite reumatoide, Morbo di Crohn e Lupus. Tali approcci, pur non essendo risolutivi, hanno restituito una vita spesso normale ai pazienti affetti da alcune patologie estremamente invalidanti, come il morbo di Crohn e l’artrite reumatoide. «In pratica, i pazienti con morbo di Crohn hanno una risposta immunitaria abnorme contro questi batteri che abitano normalmente nell’intestino. Le complicanze della MC, che colpiscono circa il 10-20% dei pazienti, sono di tipo intestinale (stenosi) e extra-intestinale, queste ultime simili a quelle della colite ulcerosa. Colite ulcerosa e malattia di Crohn sono le più importanti malattie infiammatorie croniche dell’intestino. Il morbo di Crohn fa parte delle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI), di cui per esempio fanno parte anche la colite ulcerosa e la colite microscopica. Sebbene, infatti, le cause del morbo di Still siano tuttora ignote, si sa cosa può provocare malattie dai sintomi simili, come morbo di Crohn o malattia di Lyme. Comprendono la spondilite anchilosante, l’artrite associata alla psoriasi, l’artrite reattiva,  e l’artrite associata a malattie infiammatorie dell’intestino (rettocolite ulcerosa e morbo di Crohn).

Quante sono in Italia le persone colpite da morbo di Crohn o da rettocolite ulcerosa?

  • Consulta immediatamente un medico se provi sintomi come un dolore acuto e intermittente nella regione addominale superiore destra, se hai una colorazione gialla degli occhi e della pelle e febbre.

Il 60% circa dei pazienti è affetto da una malattia infiammatoria dell’intestino (rettocolite ulcerosa o morbo di Crohn), che però rimane a lungo asintomatica.

Una artrite compare nel 10-20% dei pazienti affetti da malattie infiammatorie dell’intestino (come il Morbo di Crohn e la rettocolite ulcerosa). Alcuni ritengono che gli acidi grassi Omega 3 nell’olio d’oliva riducano i sintomi della colite ulcerosa. Mi hanno spiegato che il morbo di Crohn è una malattia autoimmune, che produce delle ulcere nell’intestino. In realtà, arrivare a una diagnosi non è stato così semplice, perché i sintomi del morbo di Crohn sono confondibili con quelli di altre malattie, come la retto-colite ulcerosa. Il morbo di Crohn è una malattia che, secondo i medici, si cura mangiando, nel senso che, rispetto alla retto-colite ulcerosa, non bisogna seguire una dieta molto stretta. Molte complicanze del morbo di Crohn sono simili a quelle della colite ulcerosa. Studi recenti hanno scoperto che i batteri dell’intestino possono essere la causa di diversi dolori alle articolazioni, tra cui il dolore scatenato dall’artrite reumatoide. La prognosi del morbo di Crohn è meno favorevole di quella della colite ulcerosa. Il morbo di Crohn e la colite ulcerosa sono le malattie infiammatorie croniche dell’intestino.

Come influisce il morbo di Crohn sull’intestino?

  • Doença de Crohn, causas, sintomas e tratamento
  • Colite, causas, sintomas e tratamento
  • Hematêmese, causas, sintomas e tratamento
  • Hidrocefalia, causas, sintomas e tratamento
  • Hiperqueratose, causas, sintomas e tratamento

Nelle fasi iniziali, il morbo di Crohn provoca piccole ulcerazioni (erosioni) poco profonde sulla superficie interna dell’intestino.

Gli esami per il morbo di Crohn comprendono: Radiografia con bario dell’intestino tenue o del colon. Se il morbo di Crohn colpisce almeno la metà della superficie dell’intestino crasso (colon), c’è un leggero aumento del rischio di sviluppare il cancro. I sintomi della colite ulcerosa possono verificarsi anche al di fuori dell’intestino e includono dolori articolari, infiammazione degli occhi, eruzioni cutanee e lesioni e ulcere alla bocca. I probiotici, sono batteri “amici” che si trovano nell’intestino, sono stati trovati per essere efficaci nella gestione della colite ulcerosa. Alcuni studi hanno trovato che gli acidi grassi omega-3, che si trovano in capsule di olio di pesce, possono ridurre l’infiammazione nelle persone con colite ulcerosa. Inclusi nello studio erano 111 persone con colite ulcerosa che sono stati dati questionari alimentari. Le persone affette da colite ulcerosa cronica sono a maggior rischio di cancro al colon. Anche se lo stress non è più ritenuta essere la causa principale della colite ulcerosa, lo stress cronico può peggiorare i sintomi, aumentando così la probabilità di ricaduta della malattia. Uno studio presso la clinica universitaria di Essen, in Germania, ha studiato gli effetti della terapia mente-corpo in trenta pazienti con colite ulcerosa in remissione.

Sintomi della colite ulcerosa possono comprendere:

Al pari della colite ulcerosa, può anche essere causa d’invalidità il morbo di Crohn.

La rettocolite ulcerosa è una malattia infiammatoria cronica intestinale: questa è la definizione generica di tutte quelle malattie che provocano infiammazioni nell’intestino tenue e nel colon. La maggior parte delle persone affette da colite ulcerosa di intensità lieve o moderata viene curata prima di tutto con questo gruppo di farmaci. Doença inflamatória do intestino (IBD) refere-se a dois transtornos – doença de Crohn e colite ulcerosa – marcada pela inflamação do tracto intestinal. Notizia PUBBLICATO 27 luglio 2017 Colite ulcerosa e Morbo di Crohn possono presentarsi in associazione a malattie reumatiche dei bambini come l’artrite idiopatica giovanile. Colite ulcerosa e Morbo di Crohn vengono definite, nel loro insieme, malattie infiammatorie croniche dell’intestino. Nell’artrite idiopatica giovanile di solito si osserva un’infiammazione lieve dell’intestino, ma non si sono rilevate vere e proprie malattie infiammatorie croniche dell’intestino. Di questi, 2 avevano anche il Morbo di Crohn e 1 la colite ulcerosa, sempre confermati con rettocolonscopia. La colite ulcerosa è una malattia cronica infiammatoria intestinale che provoca infiammazione, irritazione, gonfiore e piaghe sul rivestimento dell’intestino crasso. “Solo studi futuri determineranno se esso può essere utilizzato come terapia di prima linea per la colite ulcerosa e quali pazienti potrebbero beneficiarne”, ha aggiunto il ricercatore.

Morbo di Crohn e Colite ulcerosa

Alla colite ulcerosa possono associarsi dei quadri clinici molto seri, quali l’epatite cronica attiva e una forma particolare di artrite reumatoide.

In più, spesso gli pseudo polipi possono degenerare in carcinoma, per cui la colite ulcerosa può essere considerata una malattia precancerosa.